PNEUMAX Catalogo generale

6.3 Generalità I finecorsa magnetici, o sensori, da montare sui cilindri, sono utilizzati per rilevare la posizione del pistone. Investiti dal campo magnetico generato dal magnete permanente del pistone, il finecorsa emette un segnale elettrico utilizzabile per il comando diretto di elettrovalvole, relè, ecc. o per poter dialogare con sistemi elettronici di governo della macchina. Sono disponibili sensori magnetici con ampolla reed e sensori magnetici ad effetto Hall. Tutti i sensori hanno la possibilità di essere fissati al cilindro con apposite staffe, direttamente nella cava ed hanno un diodo luminoso (led) che ne segnala l'avvenuta inserzione. Nota: I sensori sono conformi alla Direttiva EMC 89/336/CEE ed ai relativi emendamenti. Avvertenze per un corretto uso dei sensori Si ponga particolare attenzione affinchè non vengano superati i pur ampi limiti d’impiego, elencati nelle pagine che seguono, e che vengano sempre osservati gli accorgimenti che seguiranno, inmodo da non danneggiare i sensori. Si tenga presente che, al momento dell’inserzione del carico, la corrente assorbita dai sensori può essere anche del 50% superiore alla nominale. Data la particolare struttura a semiconduttori del circuito di commutazione di questi sensori, non esistono controindicazioni d’uso, in quanto è indifferente che il carico supportato sia induttivo, capacitivo o resistivo. Nel caso di alimentazione a corrente continua (DC) va rispettata la polarità di collegamento: il filo marrone al positivo (+) ed il filo blu al negativo (-) inoltre va posta attenzione alla lunghezza del cavo la quale non deve superare i 10m complessivi. Qualora fosse necessario superare la lunghezza prevista si consiglia di inserire una induttanza o una resistenza in serie allo scopo di annullare la capacità creata dal cavo stesso. Nel caso si utilizzi un sensore Reed a due fili accertarsi sempre che vi sia un carico collegato in serie indifferentemente al filo marrone o al filo blu. Nella versione con connettore Snap a due pin porre particolare attenzione all’orientamento del connettore stesso (vedi figura a pag. 6.3) invertendo il collegamento, infatti, il circuito non subisce alcun danno, ma il diodo Led rimarrebbe sempre spento. Collegando due o più sensori in serie occorre tener presente la caduta di tensione (circa 3V per sensore), ed eventualmente utilizzare la versione dei sensori per il collegamento in serie. I sensori ad effetto di Hall non avendo organi meccanici in movimento hanno una vita media notevolmente superiore rispetto ai sensori ad ampolla Reed. Per tutti i modelli di sensore occorre porre particolare attenzione ai fattori esterni come la vicinanza di cavi sotto tensione, campi magnetici generati da motori elettrici, masse di metallo a conduzione magnetica troppo vicine al sensore, ecc… in quanto possono influenzare i sensori e determinare anomalie di funzionamento. Sensori magnetici 6 Dimensioni di ingombro e informazioni tecniche sono fornite a puro titolo informativo e possono essere modificate senza preavviso.

RkJQdWJsaXNoZXIy NzYzOTY1